mercoledì 21 gennaio 2009

A volte ritornano

L'ignobile logo di www.italia.it

Il titolo del post è anche il titolo di un noto racconto di Stephen King. Nel racconto si parla di gente morta che torna dall'aldilà per finire il "lavoro".

Mi sembrava il titolo più appropriato per commentare la notizia letta su PI della riesumazione di www.italia.it, portalone ufficiale del Ente Turismo Italiano, riesumato un anno dopo la sua morte ufficiale, a suon di milioni di euro: 10 MILIONI DI EURO per rifarlo completamente!

Chi è nell'informatica da qualche anno, e magari progetta e costruisce siti web capisce quanto sia spropositata la cifra messa in campo. Precedentemente, si erano stanziati ben 45 milioni di euro, di cui spesi una decina (stima abbastanza attendibile, ma sembra non sia possibile sapere davvero quanti se ne sono spesi!).

Mascella bloccata nella posizione non-ci-posso-credere!!!

Googlando un po' in giro ho trovato il blog themillionportalbay (il link è sotto), che vi invito a leggere se volete farvi qualche risata (amara), e farvi un'idea precisa della travagliata vita del "portalone".

Non so bene a che tipo di "lavoro" italia.it fosse utile, ma il continuo e generoso foraggiamento incoraggia i malpensanti.

Link:

Voce su Wikipedia su "A volte ritornano" di Stepehn King
La notizia della morte di italia.it del 21 gennaio 2008
La notizia della riesumazione di italia.it del 20 gennaio 2009
L'irragiungibile e inguardabile "portalone" (se riuscite ad accedervi!)
Blog themillionportalbay
Posta un commento
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...