domenica 3 aprile 2011

Un film in 200 parole: "Bandidas"



Nel Messico dei primi del '900, una contadina e una riccona, perdono famigli e terreni per colpa di un malvagio banchiere statunitense, determinato a rubare le proprietà del popolo peone per farci passare (indovinate un po'!?!?) la ferrovia. Purtroppo per lui, si tratta delle bellissime figlie non riconosciute di Zorro, abilissime a cavallo e con le armi. Queste si vendicano rapinandogli la banca appena rubata e, dopo iniziali dissapori, utili per giustificare una scena di wrestling femminile, si alleano. Vanno dall'Ispettore Callaghan del Far West, che addestra le ladre come fossero a Ufficiale e gentiluomo. Finito l'addestramento, rapinano banche come fossero caramelle a un bambino. Per contrastarle il cattivone ingaggia un ispettore di polizia, lo Sherlock Holmes più imbranato delle Americhe. La scelta si rivela utile per giustificare una scena – un terzo grado hot - con le nostre nei succinti abitini a balconcino da Moulin Rouge. L'ispettore capisce che fa bene a passare dalla parte delle disinibite vendicative messicane, aiutandole nelle successive rapine alle banche.
Da lì in poi rapine, cavalli sui tetti, esplosioni, rapina alla banca super protetta che neanche mission impossible, arresto, ribellione del popolo peone, fuga in treno (e con cosa sennò!?!?!), fino all'inevitabile finale, il regolamento dei conti western.
Posta un commento
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...