lunedì 24 gennaio 2011

Somewhere over the rainbow: in montagna, tra aerei e transponder

Se mai ci fosse una giornata invernale ideale, quella era ieri. Il cielo terso, il sole limpido, che intiepidisce senza scaldare. Ne abbiamo approfittato per andare in montagna, sulla neve.

Il luogo scelto era il Monte Verena, uno dei pochi posti sull'Altopiano ancora con neve. La giornata è passata molto velocemente, discese sul bob con le bimbe (povero il mio sedere, che botte!), pupazzi di neve granitici (le neve era decisamente ghiacciata), e panino sulle panche fuori dal bar.

Dopo pranzo, disteso sulla neve, assaporavo l'aria limpida, la testa per aria, guardando la cupola del cielo interamente azzurra - avrei dovuto portare una coperta, il sedere era fastidiosamente freddo.
All'improvviso, l'apparizione di un aereo di linea. Si vedeva benissimo, anche se volava a più di 10 mila metri di quota. L'aereo lasciava quattro tracce bianche che scomparivano velocemente.

Una volta a casa, la sera, a casa, leggevo qualche post qua e là, giusto per aggiornarmi sulle ultime novità. E mi sono imbattuto in questo.

(fonte www.flightradar24.com - fare clic per ingrandire l'immagine)

Si tratta di un sito che fornisce la posizione in tempo reale di buona parte di tutti gli aerei che passano sull'Europa - e anche in altre parti del mondo. L'idea di del sito è nata in Svezia e poi si è espansa in tutto il resto del mondo, usufruendo di contributi volontari, sul sito ci sono le istruzioni per farlo.

La tracciatura dei voli è possibile grazie ai segnali inviati dai "transponder ADS-B", dei trasmettitori radio, presenti in quasi tutti gli aerei moderni. Questi segnali radio sono intercettati da ricevitori come questo.

(fonte www.flightradar24.com - fare clic per ingrandire l'immagine)

Questi ricevitori sono in grado di intercettare il segnale radio di un aereo per un raggio di 250-300 kilometri (!), quindi ne bastano pochi per coprire una zona vastissima. Per dare un'idea, ne basterebbero 5-6, piazzati con criterio, per coprire tutto il nord Italia. 


Ma la cosa incredibile è la quantità di voli che ci passano sopra la testa! La montagna, la natura, il silenzio, mi sembrano meno poetici, con tutta quella roba per aria.


Link:

Posta un commento
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...