sabato 23 giugno 2012

Linus Dixit, tutte le "migliori" esternazioni di Linus Torvalds - parte I

Linus Torvalds a casa
(fonte: Millenium Prize Media Bank)

C'è del curioso nell'improvviso "risveglio" di Linus Torvalds, finlandese di etnia svedese trapiantato negli Stati Uniti, archetipo del geek e noto in tutto il mondo per essere il  Supremo Kernel Hacker inventore di Linux. Il creatore del sistema operativo libero per definizione, dopo più di 20 anni passati nella semi oscurità a sviluppare Linux, sovrastato dalla fama della sua stessa creatura, in questi ultimi tempi è uscito decisamente allo scoperto con una serie di dichiarazioni che hanno fatto un certo rumore, con l'ultima delle quali ha mandato a quel paese NVIDIA.

Sarà per via della sua recente vittoria (assieme al giapponese Shinya Yamanaka, premiato per le sue ricerche sulle cellule staminali) del "Millenium Technology Prize",  prestigioso premio da 1.000.000 di euro, una sorta di premio Nobel per la Tecnologia assegnato dalla "Technology Academy Finland".

C'è del curioso perché Torvalds parla poco, ma quando parla poi fa sempre parlare di sé. Il guaio è che Torvalds, come si è definito lui stesso, è "impolite" (trad: sgarbato, o maleducato addirittura), non un estremista, ma un pragmatico, che dice quel che pensa, curando poco la forma e badando per niente alla possibilità che il suo pensiero possa in qualche modo urtare le persone a cui è rivolta la sua attenzione.

A futura memoria ho deciso di riepilogare le migliori "perle di schiettezza", dette o scritte, che hanno fatto discutere, e che in nessun modo hanno cambiato il modo di fare di questo freddo finlandese americano.

Nota: ho trascritto le frasi originali in inglese e poi la mia traduzione subito sotto. Se trovate errori, segnalatemeli! :-)

Dicembre 2005: Linus Torvalds e GNOME 2

Torniamo indietro di qualche anno, nel 2005. Alcuni di voi, neanche avevano sentito parlare, di Linux. Il sottoscritto invece si era da poco avvicinato alla Comunità Ubuntu, quella che ha un suo "Codice di Condotta", che prescrive di essere rispettosi nei confronti degli altri.

Linus penso abbia mai sottoscritto alcun "codice di condotta", infatti intervenendo in una discussione nella mailing list di sviluppo di GNOME, invita le persone a usare KDE (principale avversario di GNOME nella "guerra dei desktop Linux")
"I personally just encourage people to switch to KDE. This "users are idiots, and are confused by functionality" mentality of  Gnome is a disease. If you think your users are idiots, only idiots will use it. I don't use Gnome, because in striving to be simple, it has long since reached the point where it simply doesn't do what I need it to do.
Please, just tell people to use KDE."
"Personalmente posso solo incoraggiare le persone a passare a KDE. Questa mentalità di Gnome che "Gli utenti sono idioti e confusi dalle funzionalità" è una malattia. Se si pensa che gli utenti siano degli idioti, solo gli idioti lo useranno. Io non uso Gnome, perché nel tentativo di essere semplice, ha da tempo  raggiunto il punto in cui semplicemente non fa quello che ho bisogno che faccia.
Per favore, dite semplicemente alla gente di usare KDE."
Linus avrà poi modo di ricredersi.

Gennaio 2009: Linus Torvalds e KDE 4

In una intervista fatta in occasione della Linux.conf.au, uno dei maggiori eventi mondiali sull'Open Source, Linus deve ricredersi su KDE, specie per il disastroso esordio di KDE 4.0. Al tempo, dovetti rinunciare ad installare Kubuntu 8.10 con KDE 4.0, che era francamente inusabile.

Rispondendo a una domanda su KDE 4.0, Linus dichiara
I used to be a KDE user. I thought KDE 4.0 was such a disaster, I switched to GNOME. I hate the fact that my right button doesn't do what I want it to do. But the whole "break everything" model is painful for users, and they can choose to use something else.

I realize the reason for the 4.0 release, but I think they did it badly. They did so many changes, it was a half-baked release. It may turn out to be the right decision in the end, and I will retry KDE, but I suspect I'm not the only person they lost.

I got the update through Fedora, and there was a mismatch from KDE 3 to KDE 4.0. The desktop was not as functional, and it was just a bad experience for me. I'll revisit it when I reinstall the next machine, which tends to be every six to eight months.

The GNOME people are talking about doing major surgery, so it could also go the other way.
Sono sempre stato un utente KDE. Penso che KDE 4.0 sia un bel disastro, e sono passato a GNOME. Odio il fatto che il pulsante destro (del mouse) non fa quel che voglio che faccia. Ma tutto il modello "rottura totale" (con il passato) è doloroso per gli utenti, ed essi possono decidere di usare qualcos'altro.
Capisco la ragione del rilascio della versione 4.0, ma penso che abbiano fatto molto male. Hanno fatto così  tante modifiche, è un rilascio zoppicante. Alla fine, potrebbe risultare che hanno preso la decisione giusta, e proverò ancora KDE, ma penso di non essere l'unica persona che hanno perso.
Avevo fatto l'aggiornamento su Fedora, e c'è stata una discrepanza tra KDE 3 e 4.0. Il desktop non funzionava, ed era una brutta esperienza per me. Gli darò un'altra occhiata quando installerò il prossimo pc, che è più o meno ogni sei o otto mesi.
Gli sviluppatori di GNOME stanno parlando di fare una "operazione importante", quindi potrebbe andare dall'altra parte.
Il motivo per cui gli sviluppatori di KDE decisero il rilascio della 4.0 era che c'era un grosso bisogno di una mano nell'individuare e correggere bug, per cui si pensò che un rilascio ufficiale di una versione punto-zero fosse un buon modo per ottenere aiuto. Ottennero però (anche) molti insulti, e molta gente passò ad altro sistema.

Agosto 2011: Linus Torvalds e GNOME 3

In un post su Google+ - ora non più visibile (cancellato?) - Linus interviene sulla funzionalità di GNOME 3, rilasciato qualche mese prima, ad Aprile 2011.
"While you are at it, could you also fork gnome, and support a gnome2 environment?" 
"I want my sane interfaces back. I have yet to meet anybody who likes the unholy mess that is gnome3."
"It's not that I have rendering problems with gnome3 (although I do have those too), it's that the user experience of Gnome3 even without rendering problems is unacceptable.
Why can't I have shortcuts on my desktop? Why can't I have the expose functionality? Wobbly windows?Why does anybody sane think that it's a good idea to have that "go to the crazy 'activities'" menu mode? I used to be upset when gnome developers decided it was "too complicated" for the user to remap some mouse buttons. In gnome3, the developers have apparently decided that it's "too complicated" to actually do real work on your desktop, and have decided to make it really annoying to do. 
Here's an example of "the crazy": you want a new terminal window. So you go to "activities" and press the "terminal" thing that you've made part of your normal desktop thing (but why can't I just have it on the desktop, instead of in that insane "activities" mode?). What happens? Nothing. It brings your existing terminal to the forefront.
That's just crazy crap. Now I need to use Shift-Control-N in an old terminal to bring up a new one. Yeah, that's a real user experience improvement. Sure. 
I'm sure there are other ways, but that's just an example of the kind of "head up the arse" behavior of gnome3. Seriously. I have been asking other developers about gnome3, they all think it's crazy. I'm using Xfce. I think it's a step down from gnome2, but it's a huge step up from gnome3. Really."
"Io voglio indietro la mia interfaccia [grafica] sensata. Devo ancora trovare qualcuno a cui piace quel casino micidiale che è gnome3."
Già che ci sei, potresti fare il "fork" (=creare una nuova versione, derivata da questa ndt), e supportare l'ambiente gnome2? 
Non è che ho problemi di visualizzazione con gnome3 (anche se ho anche quelli), è che l’esperienza utente di Gnome3 - anche senza i problemi di visualizzazione - è inaccettabile. Perché non posso avere le icone sulla mia scrivania? Perché non posso avere la funzionalità “expose” [funzionalità che visualizza tutte le finestre aperte miniaturizzate ndt]? Finestre traballanti?!?! Perché una persona sana [di mente] pensa che sia una buona idea dover andare sull'insensato menu “attività”? Ero preoccupato quando gli sviluppatori gnome decisero che era “troppo complicato” per l’utente rimappare alcuni pulsanti del mouse. In gnome3 gli sviluppatori hanno evidentemente deciso che era “troppo complicato” lavorare davvero sul desktop, e hanno deciso di renderlo fastidioso.
Ecco un esempio di “insensato”: vuoi aprie una nuova finestra con il terminale. Quindi vai su “attività” e selezioni la cosa “terminale” che hai incorporato nella tua normale cosa “desktop” (ma perché non posso averlo sulla scrivania, invece che nell’insensato modo “attività”?). Cosa succede? Niente. Porta in primo piano il tuo terminale già in esecuzione. Questa è una ca***ta! Adesso devo usare Shift-Control-N su un terminale già in esecuzione per attivarne un altro. Sì, questo è davvero un miglioramento nell’esperienza utente. Di sicuro.
Sono sicuro che ci sono altri modi, ma è solo un esempio di un ambiente in cui le persone perdono troppo tempo a pensare. Seriamente. Ho chiesto ad altri sviluppatori cosa ne pensano di gnome3, e tutti pensano che sia pazzesco. Sto usando Xfce. Penso sia uno scalino inferiore a gnome2, ma è mille volte meglio di gnome3. Davvero.
Questa volta Linus consiglia di passare a Xfce (invece che KDE) - che è lo stesso consiglio che erogo io ai delusi di Unity e GNOME 3 Shell!

Strano Linus eviti di menzionare KDE, che ne sia stato deluso definitivamente?

(versione riveduta con le correzioni dei "Fratelli Linux", Luca e Mattia M., grazie! :-)
(fine prima parte)


Link:

Post di Linus su GNOME 2 sulla ML di sviluppo di GNOME 2 (in inglese)
Intervista su "ComputerWorld" a Linux Torvalds in cui parla di KDE 4 (in inglese)
Articolo di "The Register" sugli apprezzamenti di Linus nei confronti di GNOME 3 (in inglese)
Articolo di "Tech Drive In" che riporta una parte degli interventi di Linus su GNOME 3 (in inglese)
Posta un commento
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...