lunedì 3 agosto 2009

Passante di Mestre: ingorgo

Sabato scorso, primo giorno del grande esodo, primo grande ingorgo 30 km e passa di coda. Stavolta sul nuovo passante di Mestre.

Lasciamo perdere le strumentalizzazione dei politici, alla disperata ricerca di qualcosa di cui parlare. Da una parte, serviva un diversivo per sviare l'attenzione pubblica da altre tristi vicende. Anzi "allegre vicende" visto lo spessore di uomini e donne coinvolti. Dall'altra parte non si poteva lasciar passare questa occasione per attaccare l'avversario, vista la totale incapacità di costruire qualcosa di concreto.

Vorrei scrivere 2 righe invece su chi era intrappolato tra le lamiere roventi del primo sabato di esodo.

OK, leviamo dal conto chi quella strada è costretto a farla per motivi di lavoro, per urgenti motivi familiari, o per impellenti necessità fisiologiche.

Mi pare comunque quantomeno strano che ci sia ancora gente che si butta sulle strade nonostante che da tempo su tutti i mezzi di informazione (radio, TV, giornali, Internet, piccione viaggiatore) si segnalasse che sabato 1 agosto 2009 fosse una giornata "da bollino rosso". Che sia la "sindrome del pecorone", tanto cara agli italioti?
Posta un commento
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...