venerdì 20 febbraio 2009

Font ecologico - il font "coi buchi"

ecofont in azione, notare i cerchi all'interno delle lettere

Qualcuno ha notato che la stampa, oltre a consumare carta, implica anche il consumo di inchiostro (o toner) delle stampanti. Da qui l'idea di SPRANQ, un'azienda olandese, di creare "ecofont", un font che permette di risparmiare fino al 20% in meno (confronto tra font "bitstream vera" e "ecofont") dell'inchiostro della stampante. La tecnica per ottenere questo risultato è quella di "bucherellare" le lettere di cerchi vuoti, in modo da risparmiare inchiostro, preservando però la leggibilità del carattere stesso.

"Ecofont" è liberamente scaricabile dal sito del progetto (vedi link).

Ho provato a scaricarlo e usarlo per un documento di prova, con una grandezza del carattere a 10 pixel. Stampato con stampante laser in b/n a 600 dpi il risultato è buono, a occhio nudo i buchi si notano solo ad un esame approfondito. L'impressione a distanza di lettura invece è che il carattere sia un po' grigio. Come scrivono sul sito, il risparmio aumenta man mano che aumenta anche la dimensione del carattere utilizzato. A 10 pixel forse il risparmio non è poi così grande, però...

Nell'ottica di stampare sempre solo se serve, se la stampante lo permette fronte/retro, magari se la stampante lo permette anche più pagine per foglio, questa può essere una buona idea per cominciare a risparmiare anche dove prima neanche si pensava fosse possibile.


Link:

Home page di ecofont
Posta un commento
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...