venerdì 27 agosto 2010

Banda larga sui cellulari: avevo visto giusto.

Giusto un anno fa, scrissi un post di commento ai dati sulla diffusione della Banda Larga in Italia. In questo si vedeva come i cellulari fossero l'unico settore in cui la diffusione della Banda Larga fosse in forte crescita.

In un post successivo, pronosticavo poi la possibilità che i cellulari diventassero una sorta di "Cavallo di Troia" a favore della diffusione della Banda Larga (e di Internet) in Italia.

Oggi leggo un post di Mantellini, che cita a sua volta Mauro Lupi sulla diffusione degli smartphone (i telefoni cellulari più fighi del momento): l'Italia guida la classifica in termini di penetrazione (vedi sotto).

Penetrazione degli smartphone in percentuale (fonte: Nielsen)

Fa piacere trovare conferme a speranze e previsioni. Per adesso, non additatemi però a profeta. Sono esente da illuminazioni divine, e mi pare anche abbiano fatto quasi tutti una brutta fine! :-)

Piuttosto, come allora, mi domando se tutto questo bendidio si tradurrà in servizi e opportunità per cittadini, imprese e Stato, oppure rimanga relegato a fenomeno sociologico del tipo "A Mario piace lo stato di Samantha". Senza dimenticare poi che lo sviluppo della Banda Larga deve passare anche e necessariemente su cavo, che ha prestazioni e affidabilità (per adesso) molto maggiori della connessione wireless.

Comunque, perché la tecnologia diventi una leva che consenta all'Italia di stare al passo del resto del mondo, e non finisca in una sorta di "Serie B" dello sviluppo, serve l'impegno e l'ingegno di aziende e Stato in primis: sapere cogliere queste opportunità è la prossima Grande Sfida.


Link:

Post di mantellini
Post di Mauro Lupi

Mio post sul "cavallo di Troia" cellulare.
Mio post sull'argomento di un anno fa.
Posta un commento
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...