martedì 7 settembre 2010

Le iTelevisioni di Apple

Quando ieri ho raccontato la "Apple TV con parole semplici", in realtà vi ho preso (un po') in giro.

La ridicola scatoletta nera praticamente vuota che Apple si ostina a chiamare TV in realtà è un poverissimo media center. I media center, sono piccoli computer che, collegati alla TV, permettono di ascoltare musica, e vedere film, telefilm e foto. A differenza degli altri media center, Apple TV è completamente priva di memoria: tutto quel che si vede, lo si deve scaricare da Internet, e non si può registrare su Apple TV. Quindi Apple TV in realtà è una televisione... a pagamento! :-)

Ma la notizia è un'altra.

La notizia è che ormai Apple fa solo iTelevisioni.

Se guardate un attimo al nuono "iPod nano", noterete che sono spariti i tasti.
(www.apple.it)

OK, i tasti sono stati sostituiti dal touch screen. Come per gli altri dispositivi iQualcosa di Cupertino, i tasti lasciano il posto a schermi sempre più grandi e seducenti. Il perché di questa mossa è presto detto: il touch screen, rispetto a qualsiasi tastiera, limita fortemente il livello di iterazione di chi lo usa (provate a chiedere a chi ha un iPad). Sostituire i tasti con uno schermo, anche se touch, è inibire l'input a favore di un output, anche se affascinante. Ma affascinati dagli effetti speciali e colori ultra vivaci, gli utilizzatori finali di questi dispositivi saranno indotti a scaricare e pagare un po' tutto quel che gli viene propinato dal Grande Fratello Fornitore sul proprio televisorino portatile.

Apple insomma sta trasformando gli iCosi in bellissime iTelevisioni, con lo scopo neanche tanto nascosto, e del tutto lecito, di spremere sempre più i propri clienti. Meglio ricordarselo.


Link: 

Mio post sulla Apple TV
Mio post (divagante) sulle altre Apple TV
Posta un commento
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...