mercoledì 2 marzo 2011

Mark Shuttleworth interviene sulla querelle "Banshee"


Mark "Ubuntu Sono Io" Shuttleworth è intervenuto ieri sul suo blog sulla questione Banshee. Banshee è il lettore multimediale predefinito per Ubuntu 11.04. I (pochi) soldi che gli derivano dall'ospitare il negozio online di musica MP3 Amazon, sono stati oggetto di disputa tra Canonical e gli sviluppatori di Banshee, fino alla decisione finale di una spartizione equa (vedi mio post precedente).

Dall'alto del suo blog, Shuttleworth, con un lungo post sull'argomento, ha chiarito le scelte di Canonical, che in pratica si riassumono in:
  • abbiamo scelto di rilasciare Ubuntu sempre gratis,
  • abbiamo scelto di rendere Ubuntu la miglior distribuzione possibile,
  • Ubuntu però non può dipendere dal sottoscritto (=dai suoi soldi!),
  • quindi Ubuntu deve ripagarsi gli investimenti facendo profitto dai servizi - opzionali - che offre.
Ma la cosa più importante di tutto il post è la prima frase, che riprende il titolo del post:
"We made some mistakes in our handling of the discussion around revenue share with the Banshee team. Thanks to everyone who helped make sure we were aware of ‘em ;-)"
"Abbiamo fatto qualche errore nella gestione della discussione dei profitti con il team Banshee. Grazie a tutti quelli che ci hanno aiutato ad assicurarci che ne fossimo a conoscenza ;-)"
Il tono è scherzoso, ma anche in questo caso, come già era successo in passato per altre scelte di Canonical, Mark ammette l'errore. Questa cosa fa doppiamente piacere perché denota un'attenzione particolare e unica nei confronti della Comunità, e consente di fugare tutti i dubbi sulla buona volontà Canonical.


Link:

Mio precedente post sull'argomento
Post di Mark Shuttleworth dal suo blog
Posta un commento
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...