sabato 20 giugno 2009

Confederation Cup 2009: Egitto 1 - Italia 0

Già scrivere il titolo di questo post mi è costata una enorme fatica. Meritavamo di perdere, ma per qualsiasi tifoso, anche per me, una frustata farebbe meno male.

Cronaca della partita.

Primo tempo: l'Italia trotterella come stesse giocando la partitella di allenamento con la primavera, l'Egitto gioca la partita della vita come se fosse l'ultima prima della fine del mondo. In termini agonistici l'Italia è immobile, l'Egitto cammina. Mancano le idee da una parte e dall'altra. Alla fine del primo tempo, calcio d'angolo per l'Egitto, molti tifosi stanno già zappando per vedere cosa fanno sugli altri canali, Homos III salta 15-20 centimetri da terra e colpisce di testa, immobili le statuine del presepio italiane, il pallone sbatte sul palo e finisce in rete. Il dinamico Buffon sembra la Sfinge. 1 - 0. La partita finisce qui.

Secondo tempo: Lippi cambia tutto il cambiabile, e dà una mano all'Egitto tirando fuori l'unico in forma, Giuseppe Rossi. L'Italia gioca in maniera farnetica, le idee non vengono proprio. Pirlo continua con i suoi giochetti, ma non riesce a fare un passaggio smarcante. Le sue punizioni finiscono tutte tra le mani dei tifosi sudafricani in tribuna, che si disputano il pallone. De Rossi sbaglia 9 passaggi su 10. Iaquinta si agita in maniera convulsa, e becca una traversa sbagliando un cross. Toni si agita in maniera insulsa, e qualche volta il difensore gli permette di vedere il pallone. Montolivo regala il pallone al portiere egiziano, nell'unica vera occasione da gol dell'Italia. Il resto della squadra non si vede proprio.

Fine partita: Lippi si domanda perché è tornato sulla panchina azzurra. Donadoni è troppo corretto per sorridere davanti alla TV, ma va a bersi una birra fresca. I giornalisti, nella migliore tradizione italica, danno in pasto ai leoni il tecnico e la squadra sulla pubblica piazza. Il Colosseo è inagibile.

Due giorni dopo: per passare il turno, l'Italia deve vincere con 2 gol di scarto contro il Brasile. Lippi, che vorrebbe convocare Cassano, deve cambiare mezza squadra per accontentare i giornalisti, vincere 3 - 0 per accontentare i tifosi e mantenere inalterata la sua supponenza. Scommetto che andiamo in semifinale.
Posta un commento
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...