lunedì 1 giugno 2009

Il software libero cambia anche quello proprietario

Una cosa che mi ha molto colpito all'ultimo Ubuntu-it meeting di Bologna è stata una frase del Prof. Renzo Davoli, che suonava all'incirca così: "il software libero, pur avendo quote minime di mercato desktop, influenza già adesso il software proprietario, condizionandone le scelte".

La cosa è tanto più sorprendente se pensate che si stima che Linux sia installato circa sull'1% dei desktop al mondo!

La cosa è tanto più vera quando ho sentito una notizia dal monopolista unico mondiale di sistemi operativi. La notizia riguarda la prossima versione del sistema operativo unico mondiale, che mi dicono essere la settima (boh!), in versione "Starter Edition" (quella che i più benevoli definiscono "da-morti-di-fame").

Preambolo: il monopolista aveva in un primo momento annunciato che la versione del sistema monopolista per netbook avrebbe fatto girare al massimo 3 applicazioni contemporaneamente. Una limitazione imposta perché dovrà vendere il suo sistema monopolista a basso prezzo per concorrere con Linux nel mercato dei netbook.

La notizia sta nel fatto che il monopolista ha deciso di togliere questa limitazione: adesso si potranno lanciare tutte le applicazioni che si vogliono!

E' probabile che la scelta non sia stata dettata dalla sua magnanimità e amor verso il prossimo, ma dalle forti pressioni dei produttori hardware, che avrebbero dovuto vendere una versione "impoverita" delle loro macchine.

Per la "poveraccio edition", rimangono comunque le altre limitazioni:
  • non si può riprodurre Dvd o utilizzare il Media Center
  • non si può passare da un utente ad un altro senza logout
  • non si può cambiare sfondo e tema grafico
Quest'ultima, poi, mi fa impazzire: sembrano i tempi di Ford e delle sue auto "Modello T", prodotte in tutti i colori, purché nere. Per fortuna che ne è passato di tempo da allora, e alternative ci sono, Ubuntu Linux, per esempio.


Link:

Notizia da bitcity.it
Posta un commento
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...