venerdì 8 gennaio 2010

Un brutto colpo: Linus mi ha fregato!

In un mio post precedente, avevo biasimato Linus Torvalds, il numero 1 di Linux, per un comportamento a dir poco riprovevole. Una di quelle cose per cui si vorrebbe mollare tutto e mandare in vacca l'open source e compagnia bella. Altro che Microsoft! Altro che Steve "linux-è-un-cancro" Ballmer!
Cosa aveva fatto di così malvagio? Beh, s'era mostrato in giro indossando (oltre alla solita polo che indossa da almeno 20 anni) dei sandali con calzini bianchi!!! Immaginavo già la prossima campagna di Apple "I'm a Mac": il ragazzino figo della Mela Morsicata in jeans e maglietta che guarda con occhio ironico un personaggio nordico con pancetta e sandalo con calzino bianco. Un'umiliazione!

Linus aveva però già giocato d'anticipo

Giovanni mi segnala che in un post di Giugno 2009 sul suo blog, dal titolo "Outwitting the fashion police" ("Raggirare astutamente la polizia modaiola" trad. by Dario), raccontava di come era riuscito a trovare il giusto compromesso tra la comodità di un sandalo e la decenza di un paio di scarpe. Scrive:


"For a year now, I've been avoiding the fashion police by instead of "sandals" wearing "shoes with holes in their sides". I've got these Keen's that look enough like shoes that nobody ever bats an eye at you wearing them with socks (Ok, by "nobody", I mean my wife, but that's all that matters, right?)."


"Da anni evito la polizia modaiola indossando delle "scarpe con buchi ai lati" invece di "sandali". Ho queste Keen's che somigliano alle scarpe tanto quanto basta, cosicché nessuno batte un ciglio quando le indosso con i calzini (Ok, dicendo "nessuno", intendo mia moglie, ma questo è tutto quello che conta, vero?)." (trad. by Dario)

OK, non sono la moglie di Linus, e neanche un parente. Ma mi domando quanti clienti avrebbe Steve Jobs se fosse lui a indossare quelle scarpe quando presenta un iPod nuovo.

Per fortuna, esiste un dio del software libero: quel modello di "scarpe con buchi ai lati" non è più in commercio! Purtroppo, persone di cattivo gusto gli hanno suggerito qualche alternativa. Sicuramente lavorano per la concorrenza.

Ma possibile che non ci sia uno stilista italiano che insegni un po' di buon gusto a quell'uomo?

Sono sicuro che queste notizie sono fondamentali per il futuro del software libero, e suscitano profondo interesse nelle persone che lo seguono. Prometto quindi che Vi terrò aggiornati sulle evoluzioni di questa storia.


Link:

Mio post "Un brutto colpo"
Post di Linus sul suo blog sui suoi sandali
Posta un commento
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...